Pescara: 30 mila euro in meno di posta cartacea

Al Comune di Pescara 30 mila euro in meno di posta cartacea. A tanto ammonta il risparmio annuale nel processo di dematerializzazione.

Una procedura che dovrebbe portare, entro la fine dell’anno, alla scomparsa totale della carta anche come posta in entrata. Nei giorni scorsi nel settore Affari Generali sono entrati in funzione due nuovi scanner e due unità operative che hanno il compito di digitalizzare, per il momento, soltanto la posta in arrivo verso il dipartimento amministrativo, dopo aver già avviato, nei mesi scorsi, lo stesso tipo di servizio per la posta indirizzata al sindaco. Oltre al cospicuo risparmio sarà anche più agevole, assicurano da Palazzo di città, anche il servizio di archiviazione.

Sii il primo a commentare su "Pescara: 30 mila euro in meno di posta cartacea"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*