Parco della Majella: Operazione anti bracconaggio

Parco della Majella: Operazione anti bracconaggio, Corpo Forestale e WWF insieme a caccia di trappole sul Morrone, fortunatamente sono stati trovati pochi lacci.

Si consolida il rapporto di collaborazione tra Corpo Forestale dello Stato e WWF nell’opera di tutela della fauna sul Parco della Majella. Già lo scorso mese guardie giurate e volontari del WWF hanno partecipato ad un’operazione simile nella fascia montana tra Caramanico e San Valentino. Questa volta l’azione, finalizzata a contrastare fenomeni di bracconaggio nell’area protetta e nelle zone circostanti, ha riguardato il monte Morrone. Gruppi misti, su percorsi concordati, hanno battuto a tappeto il territorio alla ricerca dei lacci che i bracconieri piazziano in punti strategici per catturare fauna selvatica. In passato si sono registrati, purtroppo, episodi tragici con esemplari protetti come orsi marsicani, lupi, cervi e caprioli vittime di queste trappole. Nell’ultima ispezione, fortunatamente, sono stati trovati pochi lacci, nessuno sistemato di recente ed armato.

“È positivo che questa volta Forestali e volontari non abbiano trovato segni dell’attività recente dei bracconieri. Voglio illudermi – commenta la responsabile del CTA Clara D’Arcangelo – che stia aumentando la sensibilità nei confronti della natura e che il bracconaggio sia in fase di declino. In ogni caso la pratica dei controlli a sorpresa con un gran numero di persone, inaugurata in collaborazione con il WWF e con altri nuclei di volontari, continuerà e sarà estesa all’intero perimetro del Parco della Majella”.

Soddisfatto anche il delegato regionale del WWF Luciano Di Tizio che afferma:

“Per le nostre guardie giurate e per i nostri attivistiè un onore partecipare a queste azioni. Speriamo di poter dare un contributo importante e sempre maggiore per la difesa della natura nel Parco e in tutta la Regione”.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Parco della Majella: Operazione anti bracconaggio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*