Operazione “platforms”: Arresti a Roma e L’Aquila

Operazione “platforms”: Arresti a Roma e L’Aquila in queste ore da parte degli uomini della Squadra Mobile dell’Aquila, in collaborazione con i colleghi romani, 4 le misure cautelari per spaccio di sostanze stupefacenti.

Le misure emesse dal Gip de L’Aquila a seguito della richiesta della Procura della Repubblica, vedono coinvolti personaggi legati al mondo della droga. Uno di questi, all’arrivo degli agenti, ha tentato di fuggire dal primo piano della sua abitazione, ma é stato prontamente bloccato. All’interno della sua casa sono state trovate diverse dosi di droga e almeno 7000 euro in contanti. L’operazione é stata denominata “platforms” perchè nelle intercettazioni telefoniche la droga veniva definita in codice “pedana” (in inglese platforms). Delle ordinanze di custodia cautelare, tre sono in carcere, una agli arresti domiciliari. Questi i nomi degli arrestati: Luca Di Virgilio, 49 anni dell’Aquila, Maurizio Cincis 34 anni dell’Aquila, Stefano Zecca, 55 anni di Roma e Fabio Monaco 35 anni dell’Aquila, quest’ultimo ai domiciliari. Indagata una donna di 35 anni dell’Aquila. Tutti, stando agli accertamenti investigativi, sono ritenuti responsabili in concorso ed unione fra loro, di trasporto, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina e hashish. Droga acquistata a Roma e venduta al dettaglio a L’Aquila. Di Virgilio, Cincis e Monaco si recavano spesso a Roma per acquistare la droga da Zecca per poi trasportarla con un’autovettura a L’Aquila. Fabio Monaco aveva il compito di controllare l’uscita del casello autostradale di L’Aquila Ovest per verificare l’eventuale presenza di pattuglie della Polizia o dei Carabinieri, non prima di aver ricevuto uno squillo di Di Virgilio nei pressi di Lunghezza. Svariate le quantità di droga sequestrata nelle diverse occasioni in cui la polizia é intervenuta. In una, in particolare, lo scorso febbraio, Di Virgilio e Cincis, dopo aver acquistato oltre 60 grammi di cocaina, definita in codice “dodici pedane” e 300 grammi di hashish da Zecca,  sono stati fermati in flagrante dagli uomini della Squadra Mobile de L’Aquila. Nella circostanza Di Virgilio ha tentato di sottrarsi all’arresto investendo con l’auto un agente e dopo un rocambolesco inseguimento é stato bloccato ed arrestato con l’accusa anche di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Operazione “platforms”: Arresti a Roma e L’Aquila"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*