Nuovo cda UdA: ” Scelta inaccettabile”

UdaChieti

Scelta inaccettabile non rappresentare Chieti nel nuovo cda dell’Università D’Annunzio per il Comitato cittadino di cui è coordinatore Giampiero Perrotti .

Il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti esprime sorpresa e sconcerto in merito alla decisione preannunciata per la costituzione del nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara che andrà ad insediarsi nel prossimo mese di novembre.

Il coordinatore del Comitato Giampiero Perrotti afferma che “La scelta di non prevedere la rappresentanza di questo territorio è inaccettabile. Non ci permettiamo alcuna valutazione sulle persone individuate ma va respinta la totale esclusione di ogni e qualsiasi rappresentanza di una città, quella di Chieti, e di un territorio, quello della sua Provincia, che fin dall’epoca della costituzione del Consorzio interprovinciale per la libera Università hanno dato all’Ateneo un contributo preponderante in termini di impegno, disponibilità, attenzione e risorse economiche.Quella che dalla nostra collettività viene interpretata e percepita come una discriminazione  sorprende in particolare questo Comitato che sin dalla sua costituzione e dall’avviarsi dell’operazione “Caserme dismesse” ha operato in piena sintonia con tutti i rappresentanti della “d’Annunzio” per la realizzazione, nella ex Bucciante, della “Cittadella della Cultura”.Cittadella nella quale l’Università si è impegnata a insediare un corso di laurea in Beni ambientali e Culturali, una pinacoteca, munifico dono all’Ateneo del mecenate Alfredo Paglione, e altre importanti attività più volte confermate. Il Comitato, pronto a sviluppare qualsiasi lecita azione in difesa di una città che non intende più subire passivamente ulteriori sottrazioni e mortificazioni, si augura che l’ombra proiettata da questa vicenda venga al più presto dissolta con un atto di sensibilità che annulli concretamente l’annunciata penalizzante esclusione “.

 

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Nuovo cda UdA: ” Scelta inaccettabile”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*