Montesilvano, bimba lasciata in auto soccorsa dalla Polizia Postale

Il fatto risale al tre settembre scorso quando una pattuglia della Polizia Postale durante un servizio di controllo è intervenuta in soccorso di una bimba di appena due anni lasciata all’interno di un’autovettura esposta al sole.

Secondo quanto accertato, la pattuglia di agenti del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni, durante un servizio di vigilanza rivolto in modo particolare agli Uffici Postali, nel transitare lungo la Riviera di Montesilvano, veniva informata della presenza di una bambina rimasta chiusa all’interno dell’abitacolo di un’autovettura parcheggiata sotto al sole. Gli agenti hanno individuato la madre della piccola ed accertato che aveva lasciato la bimba chiusa all’interno dell’abitacolo  della Nissan Micra, con la cintura allacciata al seggiolino posto sul sedile anteriore lato passeggeri. La madre ha riferito che, dopo aver parcheggiato, era scesa dal veicolo lasciando accidentalmente le chiavi all’interno dell’abitacolo, e che, nel contempo, la bimba aveva pigiato sul tasto di chiusura delle portiere così da impedirne l’apertura dall’esterno. Nel frattempo era stato richiesto anche l’intervento dei Vigili del Fuoco e del 118. La bambina, di soli 2 anni, era già stata esposta al sole all’interno dell’ autovettura da oltre venti minuti, ed era già madida di sudore. Dopo aver chiesto l’autorizzazione alla madre gli agenti hanno provveduto a infrangere il lunotto posteriore del veicolo in modo da trarre in salvo la bambina. Sul posto sono giunti nel frattempo i sanitari del 118 che hanno accertato le buone condizioni di salute della bimba tratta in salvo. Per uno degli agenti si è reso necessario l’intervento dei medici per medicare le ferite alla mano destra procurate dall’intervento di salvataggio.

 

 

Sii il primo a commentare su "Montesilvano, bimba lasciata in auto soccorsa dalla Polizia Postale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*