Metanodotto: Sulla Larino-Chieti il no del M5S

Metanodotto: Sulla Larino-Chieti il no del M5S, opera inutile e pericolosa che lambisce numerosi Comuni abruzzesi.

Si tratta di un metanodotto di oltre 113 chilometri che attraverserà Abruzzo e Molise, passando nei territori di 26 comuni delle Province di Chieti, Pescara e Campobasso, su una linea, tra l’altro, contestuale e parallela all’altrettanto contestato elettrodotto Villanova-Gissi. A spiegare le ragioni del no il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Sara Marcozzi alla vigilia della discussione nel Comitato di valutazione d’impatto ambientale:

“Non possiamo che rilevare l’alta criticità dell’opera – ha detto la Marcozzi – come il passaggio in diverse aree franose, fragili a rischio idrogeologico. Diciamo al presidente D’Alfonso di tutelare il nostro territorio da opere inutili che stanno invadendo la Regione, senza alcun beneficio economico per una Regione che deve mettere in campo tutti gli strumenti e tutte le azioni per bloccare quest’opera.”

il servizio sul no del movimento 5 Stelle al metanodotto Larino-Chieti:

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Metanodotto: Sulla Larino-Chieti il no del M5S"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*