Maltempo nel Chietino, zone isolate: sindaci chiedono rinvio provinciali

Strade impraticabili e paesi interni sommersi dalla neve, imperversa in queste ore il maltempo nel Chietino: chiesto il rinvio delle elezioni provinciali di Chieti fissate all’8 gennaio

Mentre ENEL e SASI sono al lavoro per ripristinare l’erogazione di luce e acqua in diversi centri del vastese dove per il maltempo è stata interrotta l’erogazione, si profila il rinvio delle prossime elezioni provinciali di “secondo livello” previste domenica a Chieti ( come a Pescara e Teramo). La richiesta è della lista ‘Insieme per la Provincia’, costituita per la maggior parte dai sindaci del Chietino, e per questo nota come Partito dei Sindaci. “Data l’ondata straordinaria di neve che ha colpito il territorio e coinvolto le popolazioni della provincia e che sta mettendo in ginocchio le città e le aree interne del Medio e Alto Sangro e del Vastese e Alto Vastese, chiediamo – dicono i componenti della lista – che le elezioni vengano spostate alla domenica successiva”. Per il sindaco di Treglio, Massimiliano Berghella, anch’egli componente della lista, “a causa del maltempo siamo in un momento di emergenza. In molti centri si registrano grandi criticità riguardo l’approvvigionamento elettrico e quello idrico. Alcuni paesi sono isolati. Le autostrade sono chiuse e impraticabili, con un pessimo lavoro da parte di Anas. Le strade provinciali sono spesso impercorribili. Gli unici mezzi spartineve e spargisale che si vedono in giro sono quelli messi a disposizione dai singoli Comuni – aggiunge Berghella -. È una situazione anomala e i sindaci hanno ben altro da fare che pensare a preparare le elezioni. Debbono fronteggiare l’emergenza e risolvere i problemi dei cittadini. Sarebbe peraltro antidemocratico, evidenzia ancora il sindaco, se metà degli amministratori e dei consiglieri non potesse, per queste ragioni, andare a votare. Ma c’è anche il fatto che la città di Chieti ha pochi parcheggi oltre a tutta la neve che sta scendendo. Abbiamo sentito anche il sindaco Umberto Di Primio che si dice d’accordo sul rinvio, perché come primo cittadino e con tutti i problemi logistici del caso, farebbe fatica a gestire la situazione”-

Segnalazioni da Casalincontrada pressocchè isolata e senz’acqua:

casalincontradaneve casalincontradaneve1

 

Strada Provinciale 8 completamente abbandonata

IL SINDACO DI PRIMIO DIFFIDA A CHI NON E’ ATTREZZATO AD USCIRE DI CASA

Dopo la forte nevicata che ha colpito la città di Chieti, soprattutto nella notte appena trascorsa, il sindaco Umberto Di Primio ha deciso di adottare un’ordinanza di sospensione delle attività didattiche di tutte le scuole cittadine di ogni ordine e grado, comprese quelle dell’infanzia e l’Università, fino al prossimo 11 gennaio compreso. Il primo cittadino ne ha dato notizia sul suo profilo Facebook.

“Diffido chiunque non ne abbia necessità e chi non è assolutamente attrezzato ad uscire. Troppi problemi stiamo trovando a causa delle auto abbandonate o mal parcheggiate” ha scritto ancora il primo cittadino evidenziando che “durante tutta la notte i mezzi hanno lavorato per garantire la viabilità principale ed anche ora, cambiato il turno, gli operatori proseguono nell’attività. La incessante nevicata sta mettendo a dura prova tutti, persone e mezzi, ma nessuno si è tirato indietro”.

Interdetto l’accesso al cimitero, fino all’11 gennaio, salvo possibilità di garantire condizioni di sicurezza prima. Sono garantiti i soli servizi di tumulazione.

“Il primo cittadino, si legge sempre su Facebook – ha anche disposto un servizio straordinario, grazie agli operai del Comune, per alleggerire le chiome degli alberi della Villa comunale, così da evitare per quanto possibile il rischio di caduta di rami. Gli 11 mezzi in servizio da giovedì, fa sapere Di Primio, stanno continuando, ininterrottamente, a lavorare per garantire la viabilità principale. La lama spazzaneve del comune, da ieri sera, sta curando la pulizia di quartieri ed aree fuori dal percorso della viabilità principale. A questa si aggiungeranno, appena possibile – si legge ancora – altri mezzi attualmente impegnati a garantire l’agibilità delle vie di collegamento. Formula Ambiente, è stata incaricata di gestire la pulizia e salatura dei vicoli e marciapiedi. Il Centro operativo comunale è a disposizione per raccogliere le segnalazioni, ma soprattutto per garantire interventi di emergenza in favore di cittadini bisognosi di raggiungere l’ospedale per cure e visite.”

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Maltempo nel Chietino, zone isolate: sindaci chiedono rinvio provinciali"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*