L’Aquila ha il suo esorcista: è padre Daniele Merighi

L’Aquila ha il suo esorcista: è padre Daniele Merighi, dei Ricostruttori nella preghiera, movimento religioso oggetto di diverse polemiche.

L’impegno al tempo del terremoto gli aveva già dato una certa visibilità, anche se l’obiettivo perseguito da padre Daniele Merighi era piuttosto quello di aiutare in quei momenti difficili i concittadini di San Demetrio dei Vestini. Oggi padre Merighi, vice parroco di San Demetrio, è il nuovo esorcista della diocesi aquilana, incarico vacante dopo il trasferimento del suo predecessore, avvenuto tre anni fa. Padre Daniele, che fa parte del movimento religioso dei “Ricostruttori nella preghiera”, ha ricevuto il delicato incarico di ministro dell’esorcismo dall’arcivescovo di L’Aquila, monsignor Giuseppe Petrocchi. Una certa visibilità, ma in negativo, l’aveva avuta circa otto anni fa anche lo stesso movimento dei Ricostruttori nella preghiera (molto legati al mondo dei Gesuiti), dopo che il movimento era finito al centro di una controversia su metodi e fisionomia spirituale. I Ricostruttori nella preghiera si ispirano all’esicasmo e alla preghiera all’interno di un percorso spirituale cristiano. Le polemiche si soffermarono non solo e non tanto sulle contaminazioni yoga e sulle metodiche ascetiche orientaleggianti, non convenzionali per un movimento di ispirazione cristiana, ma anche e soprattutto sul caso di don Pierangelo Bertagna, ex appartenente ai Ricostruttori della Preghiera, accusato di pedofilia per diversi episodi di abuso e violenza sessuale sui minori. Don Bertagna dichiarò di aver informato sin dagli anni ‘80 il padre carismatico dei Ricostruttori, Vittorio Cappelletto, che invece ha sempre negato. Del movimento dei Ricostruttori si è riparlato sulla stampa anche nel 2015, quando l’ex parroco di Migliarina (La Spezia), Lanfranco Rossi, appartenente ai Ricostruttori, è stato trovato morto in un bosco vicino Zagarolo. Insieme a padre Cappelletto era stato indicato da alcuni genitori dei bimbi vittime di abusi come persona informata sulle abitudini moleste di don Bertagna. Chissà se a padre Daniele Merighi toccherà esorcizzare anche le critiche al suo movimento religioso. 

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

1 Commento su "L’Aquila ha il suo esorcista: è padre Daniele Merighi"

  1. alessandra | 22/03/2016 di 00:06 | Rispondi

    Un bel punto d’arrivo per Don Daniele essere diventato esorcista, complimenti a lui e al Vescovo per la scelta. A proposito quando farete finalmente diventare i Ricostruttori un ordine nella Chiesa Cattolica?
    A me Don Daniele ha fatto tanto del bene quando ero nel movimento dei Ricostruttori. Ad esempio un giorno gli dissi che amavo recitare il rosario e lui mi rispose di provare a recitarlo dicendo il mantra al posto dell’Ave Maria. Come al solito aveva ragione, il mantra è più corto e si perde meno tempo. Don Daniele Merighi, come il suo maestro Padre Cappelletto e molti altri Gesuiti, ha la capacità di dare il consiglio giusto al momento giusto e la vocazione di fare il tuo bene anche contro la tua volontà e saprà sicuramente come sistemare loro malgrado anche tutti quei poveri indemoniati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*