L’Aquila, Perdonanza: un cartellone da 1 milione di euro ma costato 350mila

Una Perdonanza a costo quasi zero, resa possibile grazie alla generosità degli ospiti – nomi importanti come Cocciante, De Gregori e Ted Neeley – e alle decine di volontari e privati che hanno sostenuto il cartellone dal punto di vista finanziario: nessuno dei grandi big ha preteso il pagamento del cachet, eccetto un rimborso spese.

Tutto il programma costerà intorno ai 350mila euro, per un cartellone dal valore di oltre un milione di euro, come spiega il responsabile della Comunicazione e portavoce del Comitato scientifico Massimo Alesii.

Decine di spettacoli, mostre, conferenze, dibattiti. Al di là delle polemiche per i ritardi sulla presentazione del cartellone della 724esima Perdonanza celestiniana, il programma è ricchissimo di appuntamenti. La manifestazione tradizionalmente intesa inizierà giovedì 23 agosto con l’arrivo del Fuoco del Morrone e l’accensione del Tripode nel piazzale antistante la Basilica di Collemaggio, con una cerimonia alla quale parteciperà anche Flavio Insinna.

Dal 16 al 22 al via il cartellone “Aspettando la Perdonanza”.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, Perdonanza: un cartellone da 1 milione di euro ma costato 350mila"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*