L’Aquila, gli antifascisti intonano “Bella ciao” in Consiglio comunale

© Marianna Gianforte rete8© Marianna Gianforte rete8

È bastato un passaparola, una chiamata a raccolta con scambio di messaggi per organizzare un flash mob anti fascista nel consiglio comunale dell’Aquila.

Appuntamento questa mattina alle 10 nell’aula consiliare dove gli attivisti antifascisti – fra loro l’associazione nazionale dei partigiani, la Cgil, diversi esponenti del mondo civico e della scuola, e dei movimenti partitici di sinistra – hanno intonato Bella Ciao, in risposta alla presa di posizione del consigliere comunale di Fratelli d’Italia Daniele D’Angelo che nei giorni scorsi aveva criticato e accusato la scuola media Mazzini Patini di aver portato la politica nelle scuole, perché l’insegnante di musica dell’Istituto aveva scelto – nel pieno della libertà d’insegnamento prevista dalla Costituzione italiana – di fare cantare agli alunni la canzone simbolo della lotta per la liberazione dai nazifascisti in classe.

Una situazione che ha visto una levata di scudi in difesa appunto della libertà di insegnamento da parte dei dirigenti scolastici aquilani e dell’intero corpo docente ma dall’altro canto Casa Pound ha scelto di apporre il manifesto contro i partigiani nell’ambito della loro campagna nazionale nel giorno del ricordo, proprio davanti alla scuola Patini.Attimi di concitazione dunque stamattina in Consiglio, durante i quali il presidente del Consiglio comunale Roberto Tinari ha chiesto ai vigili urbani di fare allontanare il gruppo che cantava. E in un clima di tensione crescente Tinari ha infine tolto la parola, spegnendo il microfono, alla consigliera Carla Cimoroni mentre interveniva sulla vicenda della scuola Patini.

In Consiglio questa mattina è arrivata anche la delibera che dovrebbe finalmente sbloccare l’iter per il bando di affidamento della gestione degli impianti sportivi di Santa Barbara, firmata dall’assessore allo Sport Vittorio Fabrizi, ma bocciata dal consigliere comunale Roberto Junior Silveri (attualmente al gruppo misto) che ha chiesto di ritirarla perché troppo onerosa e di scriverla da capo.

Silveri anche fatto un appello alla maggioranza:

Smetta di fare conferenze stampa per annunciare ciò che intende fare in città e cominciare invece a parlare di ciò che sta facendo – ha detto Silveri.

Il riferimento di Silveri era alla conferenza stampa di ieri sui progetti per l’impiantistica sportiva di Piazza d’Armi.

Tra i presenti anche alcuni dirigenti scolastici, come Antonio Lattanzi e Serenella Ottaviano.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, gli antifascisti intonano “Bella ciao” in Consiglio comunale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*