L’Aquila, a teatro con il dottor Nisticò

 

Nell’ambito della 723°Perdonanza celestiniana, va in scena all’Auditorium del Parco di L’Aquila Buonasera dottor Nisticò, lo spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Antonio Del Giudice.

Lo scandalo per una mazzetta travolge la vita felice e cinica del dottore Nisticò, amministratore delegato della principale banca cittadina e crocevia degli affari, leciti e illeciti: è qui che inizia la storia di Buonasera dottor Nisticò, il romanzo firmato da Antonio Del Giudice e messo in scena a L’Aquila dalla Piccola bottega teatrale. Ad interpretare il dottor Nisticò è di nuovo Mario Massari, come già nelle precedenti repliche in giro per l’Abruzzo. La pièce sarà in scena il 2 settembre alle ore 17, all’Auditorium del Parco, nell’ambito della 723° Perdonanza celestiniana.

“Nisticò – spiegano le note di regia – si dimette dalla carica e vede crollare di colpo il suo mondo di agio e privilegi. Sgombera da sé il campo senza dare battaglia, rinchiudendosi in casa come all’interno di una ridotta militare da dove aspetterà gli eventi. Nella sua prigione volontaria solo fogli, libri, scarpe da dare in beneficenza. L’establishment si dimentica di lui e le crepe si aprono anche in famiglia”.

La riduzione teatrale, attraverso la regia di Martina Gatto e Mario Massari e il monologo del protagonista, esalta i punti di forza del testo narrativo; Massari, ottimo attore, si cala con vigore autentico nei panni di Nisticò, permettendo al pubblico di coglierne ogni sfumatura, fisica e morale.

 

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, a teatro con il dottor Nisticò"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*