Lanciano: il 5 aprile al via la Fiera Nazionale dell’Agricoltura

I riflettori sulla Fiera Nazionale dell’Agricoltura a Lanciano si accenderanno il prossimo 5 aprile. Sono 250 gli espositori provenienti da tutte le regioni italiane.

La Fiera Nazionale dell’Agricoltura è giunta alla 58^ edizione e presenta, anche quest’anno, proposte innovative e all’avanguardia. La rassegna, leader del Polo fieristico d’Abruzzo, è stata presentata nel corso della tradizionale conferenza stampa alla quale hanno preso parte insieme al presidente di Lancianofiera Franco Ferrante, il sindaco di Lanciano e presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo, Paolo Nicolò in rappresentanza della Bper e l’assessore regionale alle Attività Produttive Mauro Febbo.

Il presidente Ferrante ha detto che  “I numeri di questa rassegna testimoniano il ruolo conquistato negli anni nel panorama fieristico nazionale, sempre al passo con i tempi, ha saputo rinnovarsi e guardare a un’agricoltura sempre più competitiva e di qualità ha saputo affiancare alla parte espositiva quella dell’analisi e della riflessione su argomenti di grande attualità. Il programma dei convegni è ricco e interessante, si parlerà di sicurezza nel lavoro con un incontro organizzato dalla Asl e dalla Regione, notevole l’impegno dei periti agrari e degli agronomi che hanno promosso una tavola rotonda sull’importanza di una produzione integrata e di una meccanizzazione adeguata”.

Paolo Nicolò ha ribadito il sostegno della Bper, mai venuto meno, alla Fiera: “ Mi sorprendo ogni anno nel vedere l’entusiasmo e la passione degli organizzatori, questa manifestazione è viva, dinamica, una realtà importante non solo per il nostro territorio. Come banca siamo vicini al settore agricolo con la consapevolezza di quanto sia importante per l’economia della nostra regione e siamo da sempre vicini a questa Fiera che continueremo a sostenere”.

Il sindaco Pupillo ha ricordato che la Fiera dell’Agricoltura rappresenta la storia di Lanciano dove “Da 58 anni è il punto di riferimento di tutto il comparto agricolo. Da quando ha cominciato a muovere i primi passi a Villa delle Rose il percorso è stato in crescita nonostante i momenti di crisi vissuti dalle rassegne fieristiche. Questa è riuscita non solo a conservare presenze e consensi, ma ha conquistato un posto di primo piano diventando un appuntamento da non perdere e gli operatori che arrivano da ogni parte d’Italia ne sono la dimostrazione. Servirebbe un investimento per ristrutturare uno dei padiglioni che potrebbe poi ospitare anche altre manifestazioni. Sarebbe un’ulteriore risorsa, la Fiera viaggia in attivo nonostante i sacrifici e i tagli, ma avrebbe bisogno di nuova linfa”.

L’ assessore Mauro Febbo ha annunciato: “Nei prossimi giorni ci confronteremo per individuare insieme azioni e progetti strategici per promuovere e valorizzare la Fiera, il territorio e la produzione agroalimentare. Dal 1999 sono vicino alla Fiera di Lanciano, da quando ero presidente della Provincia di Chieti e ,anche quando sedevo sui banchi dell’opposizione, la mia attenzione non è venuta meno. Questa Fiera è la più importante del Centro Sud, l’agricoltura è una delle voci fondamentali del nostro Pil. Mai faremo mancare il nostro appoggio e il nostro contributo, l’Abruzzo e le sue peculiarità dovrebbero essere maggiormente valorizzate e conosciute e la Fiera rappresenta una valida e costruttiva occasione per far conoscere le nostre risorse e le nostre capacità”.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Lanciano: il 5 aprile al via la Fiera Nazionale dell’Agricoltura"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*