Giunta Abruzzo: nasce la “banca della terra d’Abruzzo”

Giunta Abruzzo: nasce la “banca della terra d’Abruzzo”, approvato il regolamento che disciplina la sua istituzione.

E’ stato approvato in Giunta il regolamento di attuazione della legge regionale n. 26 del 2015, che disciplina l’istituzione della banca della “Terra d’Abruzzo”. Lo comunica l’assessore alle politiche agricole Dino Pepe.

“Con questo provvedimento – commenta l’assessore – diamo attuazione a una norma che ha come obiettivo quello di consentire l’assegnazione di terreni incolti o abbandonati, di proprietà pubblica, ma anche privata, a chi ne faccia richiesta al fine di promuovere l’insediamento di nuove aziende agricole o anche favorire il riordino fondiario attraverso l’accorpamento e l’ampliamento delle aziende agricole esistenti”.

I terreni verranno censiti dai Comuni o dalle loro unioni con il supporto dei Centri di assistenza agricola. I beni da censire possono essere segnalati dagli stessi proprietari. I Comuni trasmettono alla Regione Abruzzo, l’elenco delle particelle catastali disponibili. Il Dipartimento politiche dello sviluppo rurale predispone gli avvisi contenenti le modalità di richiesta dei terreni censiti e i criteri per l’assegnazione. I richiedenti dei terreni devono presentare un idoneo piano di coltivazione. Nelle assegnazioni hanno priorità i lavoratori svantaggiati compresi i disoccupati. Il Dipartimento nell’assegnazione dei terreni valuta ed approva i piani di coltivazione che accompagnano le domande di assegnazione e invita i contraenti a predisporre l’atto di trasferimento dei beni, attraverso il quale vengono definite le modalità, quali la forma contrattuale di affidamento, il canone e la durata che non può essere in ogni caso superiore ai 15 anni.

“Desidero ringraziare il presidente della Terza Commissione del Consiglio regionale, Lorenzo Berardinetti, il consigliere regionale Pietro Smargiassi, che ha proposto il testo di legge, il Dipartimento delle Politiche Agricole e le organizzazioni professionali agricole – conclude Pepe – per l’impegno profuso nella stesura attenta del regolamento”.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Giunta Abruzzo: nasce la “banca della terra d’Abruzzo”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*