Frecce Tricolori a Alba Adriatica: le disposizioni del prefetto

frecce tricolori

Il Prefetto di Teramo Graziella Patrizi ha firmato il provvedimento sulla manifestazione di sabato e domenica “Spiaggia d’Argento Air show”, che si svolgerà ad Alba Adriatica con le Frecce Tricolori.

Il provvedimento è stato preso dopo 3 riunioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, allargato alla partecipazione degli Enti interessati all’evento. Approfonditi tutti gli aspetti e le predisposizioni operative afferenti la sicurezza, il soccorso pubblico e la viabilità sia in mare che lungo i 4 Km di litorale (ad Alba Adriatica, Martinsicuro e Tortoreto) interessati all’evento, all’esito dei tavoli tecnici e sopralluoghi svolti a cura del Questore e del Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova, nonché delle determinazioni della Commissione Tecnica Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo e del Comitato Operativo per la Viabilità.

“Non poteva essere altrimenti – ha puntualizzato il Prefetto Patrizi – massima attenzione e cura di ogni dettaglio in tema di ordine pubblico, sicurezza, soccorso e viabilità, attesa la prioritaria esigenza di tutelare i residenti, i turisti e soprattutto gli spettatori dalle eventuali criticità derivanti dalla peculiarità della manifestazione, dalla sua incidenza sul territorio in periodo di massimo afflusso e mobilità verso le località turistiche e dall’elevato numero di persone che le esibizioni aeree e la prevista partecipazione della Pattuglia Acrobatica Nazionale “Frecce Tricolori” richiameranno sul litorale teramano interessato all’evento”.

Disposta l’interdizione:
– da parte dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova (dalle 15.00 e fino alle 19.00 di sabato 5 agosto e dalle 14,30 alle 19.00 di domenica 6 agosto prossimi), dello specchio acqueo interessato dalla manifestazione (intero litorale di Alba Adriatica, e parte di quello dei Comuni di Martinsicuro e Tortoreto), alle attività di navigazione, balneazione, pesca, immersione e quant’altro possa costituire intralcio all’evento;
– dello spazio aereo, come da NOTAMs n. W2019/2017 e W2024/2017 e n. B3883/2017;
– della sosta veicolare e della circolazione, da parte del Comune di Alba Adriatica, nel tratto del Lungomare Marconi interessato dall’evento, che saranno consentite ai soli mezzi di soccorso ed ai veicoli autorizzati;
– l’accesso al bagnasciuga, per uno spazio di m 10, dalla spiaggia (in lieve anticipo rispetto agli orari delle prove e della manifestazione), a cura dei Sindaci di Alba Adriatica, di Martinsicuro e di Tortoreto.

L’evento coinvolgerà, nei diversi servizi di monitoraggio e di presidio, oltre 200 persone tratte dalla disponibilità della Questura, Carabinieri, Guardia di Finanza, Ufficio Circondariale Marittimo, Polizia Provinciale, Polizie Locali di Alba Adriatica, Martinsicuro, Tortoreto, nonché volontari delle Organizzazioni di P.C. e dell’Ass. Naz. Carabinieri. A questi sono da aggiungersi: un contingente di rinforzo chiesto al Ministero dell’Interno ed i dispositivi di soccorso tecnico e sanitario sia in mare che sul litorale (VV.F., 118, CRI, ROAN della GdF e Capitaneria di Porto). Il solo soccorso sanitario (118/CRI), sarà garantito con un Posto Medico Avanzato, 5 ambulanze di soccorso e 8 da trasporto, 1 idroambulanza, 7 medici, 200 soccorritori a piedi con 40 defibrillatori e 2 sommozzatori in mare.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Frecce Tricolori a Alba Adriatica: le disposizioni del prefetto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*