Fallimento Pescara calcio – Le richieste del Pm

Fallimento Pescara calcio – Ecco le richieste del Pm Barbara Del Bono per gli imputati nell’ambito del procedimento giudiziario.

La pena complessiva richiesta, formulata davanti al Gup Mariacarla Sacco, , è di dieci anni. Nello specifico l’accusa ha chiesto quattro anni per Nicola Lisi ex presidente del cda; due anni per gli ex vertici della Banca Caripe Dario Mancini, Franco Coccioli e Tonino Di Berardino all’epoca dei fatti rispettivamente direttore generale, vice direttore e presidente dell’Istituto di credito e tutti giudicati con rito abbreviato. Gli altri tre imputati, gli ex presidenti Massimiliano Pincione e Gerardo Soglia, l’ex presidente Francesco Soglia saranno giudicati con il rito ordinario. La decisione del Gup è prevista per venerdì prossimo e le accuse per i sette imputati sono di bancarotta e bancarotta fraudolenta. Il fallimento risale al 19 dicembre 2008. Il 20 gennaio dell’anno successivo la società venne rilevata da una cordata di imprenditori locali e nacque la Delfino Pescara 1936

L'autore

Enrico Giancarli
Laureato in Economia e Commercio con tesi realizzata a Mediaset su costi e ricavi di un prodotto televisivo, si occupa di sport per Rete8. Responsabile comunicazione sui campi per i giochi del mediterraneo del 2009, inviato per Sky Sport alla Tirreno – Adriatico e al Giro d’Italia 2015, Telecronista di Londra 2012 per il basket e di Baku 2015 per la MTB. Ha giocato a pallavolo in serie A, pratica ciclismo nel quale ha vinto due titoli italiani ed un mondiale UCI riservato ai giornalisti. Cerca di raccontare gli eventi aggiungendo alla cronaca le emozioni che lo sport praticato sa regalargli.

Sii il primo a commentare su "Fallimento Pescara calcio – Le richieste del Pm"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*