Danno acquedotto Gran Sasso: acqua potabile nei comuni

Danno acquedotto Gran Sasso, acqua potabile nei Comuni: sola eccezione San Nicandro. Gsa: in attesa ultime analisi.

In tutti i Comuni e frazioni dell’Aquila, ad eccezione di San Nicandro, frazione del comune di Prata D’Ansidonia, dove è stata interrotta l’erogazione idrica sospesa nei giorni per il danno all’acquedotto del Gran Sasso, riparato dai tecnici, l’acqua è tornata potabile. Lo hanno stabilito le analisi di laboratorio sulla qualità dell’acqua dopo i prelievi effettuati. Lo rende noto l’ufficio tecnico della Gran Sasso acqua Spa, la società pubblico del ciclo idrico integrato nell’Aquilano.

“Nel Comune dell’Aquila, i parametri di potabilità analizzati sono conformi alla norma in materia anche a Civita di Bagno, dove erano stati effettuati ulteriori approfondimenti. Pertanto l’ordinanza di non potabilità può essere revocata”, spiega l’Ufficio. Anche i Comuni di Ocre e San Benedetto in Perillis, rientrano nei parametri di potabilità ad eccezione della sola frazione di San Nicandro, del Comune di Prata D’Ansidonia, per la quale saranno ripetuti controlli precauzionali e sono già stati effettuati i prelievi per l’ulteriore verifica. Gran Sasso Acqua spa ha informato ufficialmente i Sindaci interessati dunque le ordinanze di non potabilità ancora vigenti potranno essere revocate, ad eccezione che per San Nicandro. “Per l’ultima località – conclude l’Ufficio tecnico – restiamo in attesa dei tempi tecnici di laboratorio per avere i risultati ed eliminare ogni criticità”.

Sii il primo a commentare su "Danno acquedotto Gran Sasso: acqua potabile nei comuni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*