Cupello, palpeggia una ragazza: condannato

Condannato a un anno e due mesi un quarantenne che in un locale pubblico di Cupello, allungò le mani su una dipendente.

La sentenza è stata emessa con il rito abbreviato dal giudice Italo Radoccia, in accoglimento della richiesta di condanna del Pm Giampiero Di Florio. Il palpeggiamento della vittima all’altezza del fondoschiena è stata riconosciuta quale intrusione nella sfera sessuale della vittima, a conferma di un orientamento recentemente ribadito dalla Cassazione. Determinanti per la condanna sono state anche le immagini della videosorveglianza del locale, che hanno immortalato l’approccio particolarmente “deciso” dell’avventore nei confronti della ragazza.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Cupello, palpeggia una ragazza: condannato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*