Consorzio Bonifica Sud: Abuso e turbativa …per cominciare

Consorzio Bonifica Sud: Abuso e turbativa…per cominciare. L’inchiesta della Procura di Vasto sui buchi al Consorzio di Bonifica Sud promette sviluppi interessanti, Guardia di Finanza al lavoro anche se al momento non ci sono indagati.

Le prime segnalazioni, anche se indirette, giorni fa da parte del Presidente della Regione Luciano D’Alfonso  che, in sede di presentazione del masterplan della Regione, aveva parlato, riferendosi al Consorzio, di sarabanda di progettisti in merito all’opera più importante legata al Consorzio, ovvero la Diga di Chiauci. Ma di consulenze esterne il Consorzio ne avrebbe collezionate anche per altri progetti sperperando denaro ed accumulando un buco di oltre dieci milioni di euro. Addirittura bollette Enel inevase per circa 800 mila euro ed altre sofferenze di bilancio che gli uomini della Polizia Tributaria stanno iniziando ad accertare dopo aver acquisito nei giorni scorsi montagne di documenti. Va detto che, ancor prima del blitz della Finanza, é stato l’ex commissario di bonifica Giampiero Leombroni, lo scorso settembre, a portare di persona un pò di carte in Procura. Mentre l’attuale commissario, Rodolfo Mastrangelo, ha per lo meno risolto il problema degli arretrati ai dipendenti liquidando qualche giorno fa tre stipendi. Stando a quanto potrebbe emergere nel corso delle indagini, le ipotesi di reato sono abuso d’ufficio, turbativa d’asta, ma gli inquirenti temono possa riscontrarsi anche la violazione alle norme in materia di gare d’appalto. Sullo sfondo la mega opera della diga di Chiauci, 100 milioni di euro per la realizzazione di una struttura in grado di risolvere la carenza idrica nel Vastese, 30 anni di attesa, non ancora completata, in grado di contenere oltre 14 milioni di metri cubi d’acqua, se poi siano state rispettate o meno le procedure per la sua realizzazione sarà compito  della Procura accertare se i vecchi amministratori del Consorzio abbiano operato nel rispetto delle leggi o meno.

Il servizio del Tg8:

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Consorzio Bonifica Sud: Abuso e turbativa …per cominciare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*