Condannato l’aggressore dell’uomo che perse un occhio

E’ con una condanna a 3 anni, 6 mesi e 20 giorni che si è concluso  il processo che vedeva imputato Luca Di Filippo, il 29 enne teramano accusato di lesioni gravi ed arrestato a gennaio insieme ad un amico dopo una lite con un altro uomo che perse l’uso di un occhio.

La vicenda risale al tardo pomeriggio della vigilia di Natale dello scorso anno quando davanti all’Eni Cafè, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, scoppiò una discussione tra i due ragazzi e un 57 enne. Discussione al culmine della quale, secondo gli investigatori, uno dei due ragazzi colpì l’uomo al volto con un bicchiere provocandogli una grave lesione all’occhio sinistro fino a perderne completamente l’uso. Di Filippo e l’amico furono arrestati a fine gennaio e posti ai domiciliari

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Condannato l’aggressore dell’uomo che perse un occhio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*