Chieti: la Asl assume 30 persone diversamente abili

La Asl di Chieti cerca 30 persone diversamente abili da impiegare  negli uffici. Le domande dovranno essere presentate nei rispettivi centri per l’impiego entro il 30 aprile.

Sono aperte le selezioni per 25 posti da coadiutori amministrati, tre operatori per il centralino e due magazzinieri.
I posti sono riservati alle categorie protette secondo la legge 68
del 1999. I rapporti di  lavoro, a tempo pieno, avranno la durata
di un anno. La Provincia di Chieti, su delega della Regione, gestirà
la prima fase delle selezioni attraverso i Centri per l’impiego. I candidati interessati, spiegano gli avvisi pubblici, dovranno presentare la domanda di partecipazione al Centro per l’impiego di appartenenza fino al 30 aprile prossimo. È possibile reperire i moduli negli uffici dei Centri per l’impiego e sul sito Internet della Provincia di Chieti CLICCA QUI. I Centri per l’impiego raccoglieranno le informazioni sui candidati e stileranno una lista “senza punteggio”. Attraverso una commissione esaminatrice, spiega Il Centro in un articolo, sarà infatti la Asl a scegliere i candidati. Per i coadiutori amministrativi, sono previste una prova pratica sull’uso del computer per testare la conoscenza dei programma Word ed Excel e un colloquio orale su nozioni elementari di legislazione sanitaria e rapporti di lavoro
nella sanità. Due prove anche per gli operatori tecnici
addetti al centralino: una prova pratica sull’utilizzo delle postazioni
telefoniche e un colloquio sulle conoscenze di base delle funzioni della Asl. Per i magazzinieri ci saranno una prova pratica sugli adempimenti tecnici del carico e scarico e un colloquio sulle conoscenze di base dell’organizzazione e funzioni della Asl.
In tutte e tre le selezioni, è prevista l’attribuzione di 30 punti per la prova pratica e altri 30 per il colloquio. La graduatoria finale sarà
approvata con una delibera del direttore generale Asl Pasquale
Flacco.

Sii il primo a commentare su "Chieti: la Asl assume 30 persone diversamente abili"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*