Chieti: ex malata psichica volontaria al Centro Diurno

Chieti: ex malata psichica volontaria al Centro Diurno di Via Milano dopo un brillante percorso riabilitativo seguito dal Prof. Di Giannantonio.

Questa e’ una storia felice, di quelle come non ce ne sono tante. E’ una storia di rinascita, ed e’ davvero come se la protagonista fosse nata due volte, perche’ chi sembra condannato a vita alla malattia mentale e campa con lo stigma cucito addosso piu’ stretto di un vestito stretto, poi guadagna una seconda chance se capita nelle mani giuste. Accade a una donna di Lanciano, che chiamiamo convenzionalmente Rita, oggi sessantenne, ricoverata per un tempo lunghissimo nell’ex struttura per malati psichici Villa Pini, che sembrava consegnata per il resto dei suoi giorni al ruolo della “pazza” per via di una patologia schizoide sicuramente importante. Dopo le note vicende che hanno portato alla chiusura di quelle “casette” e il conseguente trasferimento dei pazienti in altre strutture del Servizio pubblico, e’ stata presa in carico dal Dipartimento di salute mentale della Asl Lanciano Vasto Chieti, diretto da Massimo Di Giannantonio, che le ha costruito un percorso riabilitativo personalizzato. La donna non ha avuto necessita’ di ricovero ospedaliero, ed e’ stata trattata presso il Centro diurno di via Milano, coordinato dallo psichiatra Danilo Montinaro, dove ha avuto la possibilita’ di recuperare una serie di abilita’ rimaste per anni inutilizzate. Il programma terapeutico-riabilitativo ha conseguito risultati assai brillanti, al punto che la paziente e’ stata dimessa per il completo raggiungimento degli obiettivi prefissati, e ha chiesto di rendersi utile nell’ambito delle attivita’ del Centro diurno.

 

Sii il primo a commentare su "Chieti: ex malata psichica volontaria al Centro Diurno"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*