Chieti: nega accesso a circolo, aggredita dal “branco”

polizia-notte1polizia-notte

Una donna di 37 anni è stata aggredita la scorsa notte a Chieti Scalo dopo essere stata accerchiata dal “branco”, una decina di giovani, ai quali aveva negato l’accesso al circolo privato di cui è titolare .

Il circolo si trova in una strada non molto lontano dal luogo dell’aggressione. La donna, che era a piedi, è stata colpita con calci e pugni ed è stata medicata al pronto soccorso dell’ospedale dove le sono state riscontrate lesioni varie giudicate guaribili in dieci giorni. Il fatto si è verificato intorno alle 4. Qualche ora prima, verso mezzanotte e mezza, la 37enne non aveva consentito l’accesso al circolo al gruppo di giovani poiché non soci della struttura e questi dopo aver protestato erano andati via. Alle 4 l’aggressione: la titolare del circolo mentre tornava a casa è stata accerchiata dagli stessi giovani e tre o quattro di loro, fra i quali una ragazza, l’hanno picchiata. Quando sul posto è arrivata una pattuglia della Volante, dei giovani, che dovrebbero avere un’età compresa fra 20 e 30 anni, non c’era più traccia. Sull’episodio sta indagando la Squadra Mobile della Questura di Chieti.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Chieti: nega accesso a circolo, aggredita dal “branco”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*