Celano: Padre fa arrestare lo spacciatore del figlio

A Celano padre fa arrestare lo spacciatore del figlio. Disperato per le condizioni del figlio smarrito nella droga lo scorso febbraio aveva esploso colpi di fucile in aria. Da quell’episodio l’inizio delle indagini.

Indagini dei carabinieri culminate con l’arresto di un immigrato irregolare divenuto punto di riferimento di molti giovani tossicodipendenti marsicani. Dopo mesi di accurate e specifiche indagini i militari hanno ricostruito e documentato tutta l’attività che si svolgeva in pieno centro, all’interno di una vecchia cabina Enel dove il pusher, un marocchino di 19 anni, Abdenubi Bannaoui, riforniva i suoi clienti. Già lo scorso aprile il giovane era stato fermato e denunciato, ma per nulla intimorito aveva continuato a svolgere la sua attività fino all’arrivo, l’altra sera, dei militari dell’Arma che lo hanno ammanettato e rinchiuso nel carcere di S.Nicola.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Celano: Padre fa arrestare lo spacciatore del figlio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*