Caramanico: Sciatore salvato in quota

Caramanico: Sciatore salvato in quota in prossimità del Rifugio Di Marco a circa 1700 metri di altezza, dopo un primo tentativo fallito a causa della nebbia.

L’allarme lanciato nel primo pomeriggio di ieri da uno sciatore alpinista di 40 anni bloccato dalla rottura di un attacco dello sci nei pressi dello Stazzo di Caramanico. I primi ad intervenire i Vigili del Fuoco con un elicottero, ma la nebbia era troppo fitta, intorno alle 16 si sono attivati gli uomini del Soccorso Alpino, mentre la società che gestisce gli impianti della Majelletta ha messo a disposizione un gatto delle nevi. I frequenti contatti telefonici  tra lo sciatore ed i soccorritori hanno permesso a questi ultimi di raggiungere senza particolari difficoltà il luogo dove si trovava l’uomo che nel frattempo ha cominciato a temere un inizio di congelamento. Già in serata lo sciatore é  potuto tornare alla base in buone condizioni fisiche.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Caramanico: Sciatore salvato in quota"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*