Avezzano: perseguita famiglia, 34 enne ai domiciliari

autovolantipolizia

Avrebbe perseguitato un’intera famiglia di Avezzano l’uomo di 34 anni finito ai domiciliari per stalking in una comunità riabilitativa protetta.

L’uomo, tossicodipendente e sofferente di disturbi psichici, era ossessionato da un componente del nucleo familiare, un ex amico che aveva voluto troncare i rapporti a causa dei suoi problemi di tossicodipendenza. La misura cautelare, eseguita dagli uomini del Commissariato di Polizia, è stata emessa dal gip del Tribunale di Avezzano, Francesca Proietti. A fare le spese della sua ossessione sono stati anche i genitori dell’ex amico, nei confronti dei quali l’uomo si è reso responsabile anche di violazione di domicilio e porto di oggetti atti ad offendere (coltelli, bastoni, piede di porco). In una circostanza ha anche scardinato un cancello di recinzione minacciando tutti di morte. La Volante è intervenuta più volte. La condotta persecutoria, cominciata al telefono e sui social network e proseguita con appostamenti e aggressioni verbali e fisiche, si è sviluppata in un crescendo di atti violenti ed è durata dieci anni. L’uomo era già stato sottoposto ad altre misure cautelari personali in strutture sanitarie, ma ad ogni dimissione riprendeva a comportarsi nel solito modo.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Avezzano: perseguita famiglia, 34 enne ai domiciliari"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*