Avezzano: bilancio consuntivo bocciato, sfiduciato il sindaco De Angelis

Il consiglio comunale di Avezzano ha sfiduciato il presidente Iride Cosimati. Con la bocciatura del consuntivo di bilancio si va verso lo scioglimento dell’assemblea civica.

Il Consiglio comunale di Avezzano ha bocciato, oggi, il bilancio consuntivo con 8 voti favorevoli, 14 contrari e un astenuto, di fatto sfiduciando il sindaco, Gabriele De Angelis (Fi), e decretando lo scioglimento dell’assemblea. La Prefettura dell’Aquila nominerà un Commissario che, secondo quanto si è appreso, dovrebbe arrivare già martedì prossimo. Da fonti comunali emerge che si sta verificando la possibilità di un ritorno al voto in autunno.

“Sono emozionato, sono stati due anni di sofferenze durante i quali abbiamo cercato di far passare una linea di ascolto e proposta, ma dal sindaco siamo stati sempre ripagati con atteggiamenti di arroganza e prepotenza”: lo dichiara il consigliere di opposizione Gianni Di Pangrazio il quale, sindaco uscente, nel giugno 2017, alla guida di una coalizione di centrosinistra e civica, aveva perso al ballottaggio le elezioni comunali proprio con De Angelis come sfidante. Anche la maggioranza rimasta vicina al sindaco ha cercato di farlo ragionare, ma lui non ha mai mantenuto gli impegni presi su ogni tipo di questione, alla fine hanno scelto di abbandonarlo anche loro – aggiunge Di Pangrazio – Finisce una storia brutta per la città di Avezzano, adesso bisogna tornare alla politica del dialogo, dell’ascolto e della soluzione dei problemi e dire basta a contrapposizioni e polemiche. In definitiva, il sindaco è stato sfiduciato dai cittadini”.

“Si apre la fase di commissariamento per il Comune che sarà probabilmente lunga – dichiara il consigliere comunale Francesco Eligi (M5s) – Con la votazione del bilancio è evidente che le decisioni prese con arroganza dal sindaco e da quota parte della maggioranza non sono piaciute al Consiglio. Forse elezioni già a novembre, ma più probabilmente in primavera, saranno tempi validi per rasserenare gli animi e resettare le situazioni politiche”.

Subito dopo la fine della seduta del Consiglio comunale, in città i gruppi critici nei confronti del sindaco hanno inscenato caroselli di auto a suon di clacson. De Angelis ha annunciato che lunedì prossimo, 10 giugno, alle ore 12, nella sala consiliare del Municipio, terrà una conferenza stampa in cui esporrà il proprio punto di vista sulla situazione che ha portato al voto di oggi.

“Sono sereno, avevo preso l’impegno di fare alcune cose e oltre l’80 per cento del programma di mandato è stato realizzato”. Così il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis (Fi), che la prossima settimana decadrà in seguito alla mancata approvazione del bilancio di previsione da parte del Consiglio comunale nella seduta di oggi. Ad Avezzano arriverà il commissario prefettizio fino alla prossime elezioni che potrebbero svolgersi nel prossimo autunno. “A differenza di altri posso vivere senza la politica – ha proseguito De Angelis – Il tempo dirà la verità sul mio mandato: se a volte si è spinto, con passo deciso e determinato, è stato per il bene della città. Ma non si può andare oltre l’impossibile”. De Angelis ha aggiunto: “Mi guardo allo specchio la sera e questo mi porta a dire che potrò girare a testa alta perché sono venuto a risolvere tante rogne create da persone che sono qui da quindici anni. La partita non è sconfiggere il sindaco” ha concluso De Angelis che lunedì terrà una conferenza stampa per spiegare diffusamente le sue ragioni.

Sii il primo a commentare su "Avezzano: bilancio consuntivo bocciato, sfiduciato il sindaco De Angelis"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*