Automobilista beffato a Lanciano: Multa pagata due volte

Automobilista beffato a Lanciano: Multa pagata due volte per un cavillo del Codice della strada, le avvertenze dell’Unione Consumatori.

L’automobilista, multato per un’infrazione, ha pagato 172,60 euro ma solo dopo il sessantesimo giorno dalla notifica del verbale. Questo ritardo ha fatto scattare, in mancanza di un ricorso al Prefetto e al Giudice di Pace, il decreto d’ingiunzione al pagamento giunto per raccomandata tre anni e due mesi dopo per la cifra di 290,68 euro. In una nota l’Unione Consumatori precisa che il pagamento effettuato anche con un solo giorno di ritardo rispetto ai 60 giorni dopo l’arrivo della notifica é come se non fosse mai avvenuto e bisogna ripagare la multa pressocchè raddoppiata. La cosa migliore, avverte l’associazione, é pagare subito o entro 60 giorni, passati i quali al quel punto meglio non pagare ed attendere direttamente l’ingiunzione.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Automobilista beffato a Lanciano: Multa pagata due volte"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*