Alpinisti sorpresi dal maltempo, soccorsi sul versante aquilano del Gran Sasso

Sono stati ritrovati stanchi e infreddoliti per la pioggia ma in buone condizioni i due alpinisti che ieri pomeriggio, 22 agosto, avevano lanciato l’allarme mentre si trovavano sul versante aquilano del Gran Sasso.

F.P. di Perugia e G.L. di Roma, ieri intorno alle 17,30, avevano lanciato l’allarme perché erano stati colti dal maltempo mentre tentavano di rientrare a Campo Imperatore.

I due alpinisti, dopo aver affrontato la ferrata che porta al bivacco Bafile, nel primo pomeriggio, erano arrivati fino alla Forchetta Gualerzi, a 2840 m s.l.m, ma la pioggia battente e i fulmini li hanno sorpresi in quota costringendoli a cercare un riparo di fortuna tra la roccia e a chiedere aiuto.

Le squadre, composte congiuntamente da tecnici del Soccorso Alpino del CNSAS e della Guardia di Finanza, li hanno raggiunti intorno alle 21,30 e, appena sono stati nelle condizioni di sicurezza per affrontare nuovamente la ferrata, i due alpinisti, insieme ai soccorritori, hanno proseguito la discesa fino a Campo Imperatore.

Sii il primo a commentare su "Alpinisti sorpresi dal maltempo, soccorsi sul versante aquilano del Gran Sasso"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*