Abruzzo: Nas in ospedale, scarsa sicurezza e badanti non identificate

WCENTER 0WIGCAONBF - 06201455 FOTO WEBSERVER - imggiugliarelli200608145445 - CARABINIERI NAS PERUGIA OSPEDALE DI PERUGIA - - Marco Giugliarelli

I Carabinieri del NAS di Pescara hanno eseguito un’ispezione notturna e contemporanea al Pronto Soccorso e ai Reparti di Geriatria, Ortopedia e Medicina dell’ospedale dell’aquilano.

Nel corso dell’attività ispettiva all’ospedale di Avezzano, condotta nell’ambito di servizi coordinati con altri Reparti Speciali dell’Arma disposti in campo nazionale, i militari hanno accertato numerose carenze igienico-sanitarie, strutturali e organizzative. Per esempio sono stati trovati vari ostacoli mobili nei corridoi e in prossimità delle vie di esodo e delle uscite di emergenza. Evidenziata anche l’assenza di raccordi arrotondati fra pareti e pavimento, necessari ad evitare accumulo di sporco e facilitare le operazioni di pulizia. I Carabinieri hanno anche scoperto la presenza di alcune persone all’interno delle stanze di degenza, fuori dagli orari di visite dei famigliari, intente a fornire assistenza ai malati senza la preventiva e necessaria autorizzazione dalla direzione ospedaliera. Dopo i controlli suppletivi è stato appurato che si tratta di badanti la cui posizione lavorativa al vaglio dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro. Il controllo del NAS si è reso necessario in quanto la presenza, specie nelle ore notturne, di personale esterno alle strutture e presidi sanitari, se non adeguatamente identificato, controllato e regolato, potrebbe esporre a rischio la sicurezza dei pazienti e del personale ospedaliero.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo: Nas in ospedale, scarsa sicurezza e badanti non identificate"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*