Variante alla Statale 17: all’inchiesta pubblica ribadito il no

Sindaci, cittadini e tecnici dell’Anas a confronto sulla questione Variante Sud della Statale 17. Si è tenuta finalmente l’inchiesta pubblica alla Regione Abruzzo.

Richiesta con insistenza dai comitati contrari a tutte le ipotesi di tracciato della statale 17 fin qui proposte dall’Anas, e che interessa i territori di Paganica, Onna, Pescomaggiore, San Gregorio, Tempera, Bazzano, Fossa e Poggio Picenze, che verrebbero attraversati e – secondo i detrattori – danneggiati – da una strada di 10 chilometri, dal costo di circa 50 milioni di euro. L’inchiesta pubblica servirà per un primo confronto sulle proposte attuali allo scopo di migliorarle e infatti tra i vari soggetti convocati e ascoltati dal direttore generale della Regione, Cristina Gerardis anche l’ingegnere capo del dipartimento abruzzo dell’Anas, Antonio Marasco. La risposta del comitato er la Valutazione d’impatto ambientale arriverà probabilmente soltanto a fine estate.

L’opera è stata inserita dal presidente della Regione Luciano D’Alfonso nella lista prioritaria delle infrastrutture regionali da realizzare e modificherà profondamente l’assetto viario della zona est della città, ma è molto contestata dalle comunità locali. Anche dal Forum dell’Acqua.

Sii il primo a commentare su "Variante alla Statale 17: all’inchiesta pubblica ribadito il no"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*