Ricostruzione Chiese e corruzione

Ricostruzione chiese e corruzione. Sono stati trasferiti al GUP del Tribunale di Avezzano gli atti relativi al troncone d’inchiesta relativo al presunto reato di corruzione per gli appalti della ricostruzione del patrimonio religioso nel centro storico de L’Aquila danneggiato dal sisma del 2009.

In particolare le attenzioni si sono concentrate sulla ricostruzione di due chiese quella di Santa Maria del Suffragio in Piazza Duomo più nota come Chiesa delle Anime Sante, e Santa Maria Paganica sempre nel cuore storico della città. Per questa vicenda nel giugno di due anni fa furono arrestate cinque persone, tra le quali l’ex vice commissario ai Beni Culturali alla ricostruzione Luciano Marchetti e la funzionaria  del MIBAC Abruzzo, Alessandra Mancinelli. A rischiare il processo anche gli imprenditori reatini, Carlo e Patrizio Cricchi. Una decina di imprenditori sono stati rinviati a giudizio con le accuse di turbativa di’asta e falso. Il processo è stato fissato al prossimo mese di settembre presso il Tribunale dell’Aquila.

Sii il primo a commentare su "Ricostruzione Chiese e corruzione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*