L’Aquila, il bilancio finalmente c’è

Finalmente L’Aquila ha un bilancio. Sono stati approvati questa mattina tutti gli emendamenti sull’adeguamento delle tariffe Tari (la Tassa sui rifiuti urbani), la variazione di assestamento generale e la salvaguardia di Bilancio, relativamente all’esercizio finanziario 2016.

Diciassette voti favorevoli e sette contrari: l’approvazione del bilancio finalmente c’è anche se arriva con un ritardo eccezionale, in una fine di agosto in cui sono piovute critiche dall’opposizione, mentre la maggioranza ha tremato di fronte alla possibilità di scioglimento del consiglio comunale. Con l’assestamento sarà possibile intervenire sul documento finanziario dal quale molte voci erano state tenute fuori in attesa che il governo sbloccasse i 16 milioni di euro straordinari destinati al Comune in difficoltà per le minori entrare e per le maggiori uscite post-sisma.

Il ritardo del voto sull’assestamento di bilancio è dovuto a un errore che i funzionari ministeriali fecero, il mese scorso, nell’atto di scrivere l’articolo che sbloccava i fondi per L’Aquila: in quell’occasione si fece riferimento alla Tari degli anni precedenti al 2016, rendendo inutilizzabili i fondi straordinari per la copertura di quella attuale. Un pasticcio su cui il voto di oggi ha messo la parola fine.

Il servizio del Tg8:

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, il bilancio finalmente c’è"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*