Accord Phoenix: un tavolo in Regione con sindacati e proprietà

Finmek AccordPhoenix

Un tavolo alla Regione intorno a cui siederanno il vicepresidente Giovanni Lolli, i sindacati, il primo cittadino Massimo Cialente, l’imprenditore inglese di origini indiane Ravi Shankar – proprietario dell’Accord Phoenix, l’azienda per il riciclo dei rifiuti elettronici che si è insediata a giugno.

Ma anche Invitalia, che ha erogato oltre 10 milioni di euro di contributo pubblico, e il commissario Gianluca Vidal, che ha concesso parte dell’immobile ex Finmek. E’ intorno a questa riunone allargata che si cercherà di risolvere il nuovo impasse in cui si trova l’Accord Phoenix, arrivata all’Aquila a giugno dopo 5 anni di trattative sindacali e industriali molto complesse.

Dopo la richiesta inoltrata da Fim, Fiom e Uilm, che vogliono vederci chiaro nelle prospettive industriali del sito per lo smaltimento di rifiuti elettronici e hanno accusato l’azienda di improvvisazione, il tavolo dovrà ora “valutare la situazione di Accord Phoenix, l’avvio delle attività e le prospettive industriali e occupazionali”, si legge nella nota di convocazione.

Al primo cittadino che ha accusato i sindacati di voler far chiudere l’azienda, risponde Clara Ciuca della Uil provinciale

Guarda il servizio del Tg8:

Sii il primo a commentare su "Accord Phoenix: un tavolo in Regione con sindacati e proprietà"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*