Accord Phoenix: un tavolo in Regione con sindacati e proprietà

Finmek AccordPhoenix

Un tavolo alla Regione intorno a cui siederanno il vicepresidente Giovanni Lolli, i sindacati, il primo cittadino Massimo Cialente, l’imprenditore inglese di origini indiane Ravi Shankar – proprietario dell’Accord Phoenix, l’azienda per il riciclo dei rifiuti elettronici che si è insediata a giugno.

Ma anche Invitalia, che ha erogato oltre 10 milioni di euro di contributo pubblico, e il commissario Gianluca Vidal, che ha concesso parte dell’immobile ex Finmek. E’ intorno a questa riunone allargata che si cercherà di risolvere il nuovo impasse in cui si trova l’Accord Phoenix, arrivata all’Aquila a giugno dopo 5 anni di trattative sindacali e industriali molto complesse.

Dopo la richiesta inoltrata da Fim, Fiom e Uilm, che vogliono vederci chiaro nelle prospettive industriali del sito per lo smaltimento di rifiuti elettronici e hanno accusato l’azienda di improvvisazione, il tavolo dovrà ora “valutare la situazione di Accord Phoenix, l’avvio delle attività e le prospettive industriali e occupazionali”, si legge nella nota di convocazione.

Al primo cittadino che ha accusato i sindacati di voler far chiudere l’azienda, risponde Clara Ciuca della Uil provinciale

Guarda il servizio del Tg8:

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Accord Phoenix: un tavolo in Regione con sindacati e proprietà"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*