Furto di rame alla centrale Enel

Furto di rame alla centrale Enel. Un ingente quantitativo di rame ed attrezzature tecniche, per decine di migliaia di euro, è stato compiuto alla centrale idroelettrica Enel di Villa Santa Maria Chieti. Sul colpo indagano i carabinieri della locale stazione e della compagnia di Atessa.

Gli ignoti ladri hanno agito indisturbati durante lo scorso fine settimana dal momento che la centrale, che non ha custode, chiude il venerdì per riaprire il lunedì. Ieri alla ripresa delle attività gli operai cercavano materiale per le loro attività hanno trovato i magazzini vuoti. Secondo una prima stima dei danni sono scomparse bobine di rame, generatori di corrente, trapani elettrici e numerosi altre attrezzature tecniche. Per accedere al sito della centrale i malviventi hanno prima abbattuto il cancello d’ingresso poi hanno depredato i tre magazzini presenti. La centrale idroelettrica di Villa Santa Maria è in servizio, lo ricordiamo, dal 1952 ed eroga una potenza di circa 60 megawatt.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Furto di rame alla centrale Enel"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*