Piano sociale regionale, Fi: “Welfare senza risorse”

Un piano sociale regionale senza risorse, e con l’unica certezza la previsione di una compartecipazione del 30% da parte dei Comuni. E’ su questo che le opposizioni di centro destra hanno avviato una battaglia ostruzionistica in commissione e in consiglio regionale.

Minacciando di alzare i toni – e i tavoli- il 9 agosto, quando si terrà il prossimo consiglio regionale. Previsioni inferiori (se non addirittura assenti) a quelle messe in bilancio dalla giunta Chiodi e sempre criticate dal centrosinistra, come sottolinea il capogruppo regionale di Forza Italia Lorenzo Sospiri.

“Resteremo in commissione anche per tutto il mese di agosto, se sarà necessario – dice Sospiri – per cambiare quel piano sociale regionale che il governatore D’Alfonso vuole far ingoiare a tutti gli abruzzesi tagliando per 200mila euro i fondi 2016 destinati a indigenti, anziani, diversamente abili e bambini, e portando da 12 milioni di euro della giunta Chiodi a soli 7milioni e mezzo il fondo per la compartecipazione ai ticket socio-sanitari che si scaricheranno interamente sulle spalle dei Comuni o, in alternativa, degli stessi cittadini. E questo senza dare alcuna certezza circa le risorse comunque disponibili per il 2017 e il 2018. Cominceremo la battaglia, pronti ad andare avanti anche a ferragosto perché la difesa del diritto all’assistenza dei cittadini non conosce ferie”.

Sbagliato inoltre il metodo scelto dalla giunta D’Alfonso per stabilire i confini territoriali degli ambiti, alcuni dei quali, secondo il consigliere Mauro Febbo, sono troppo estesi.

 

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Piano sociale regionale, Fi: “Welfare senza risorse”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*