L’Aquila, Globe network: la rabbia dei lavoratori in ferie forzate

Avevano riposto nel nuovo call center Globe Network tutte le speranze di una vita più serena dopo la tragedia del sisma che ha distrutto 7 anni fa anche il tessuto economico e occupazionale della città, e invece si ritrovano con un pungo di mosche dopo che il gestore telefonico H3G ha deciso di revocare la commessa al call center nato all’indomani del terremoto.

I 234 lavoratori sono in ferie forzate dal primo luglio e aspettano proprio in queste ore l’esito dell’udienza al tribunale di Milano dopo che l’amministratore del Globe Network ha presentato ricorso per il ritiro della commessa. Forse oggi si saprà qualcosa in più del destino del call center, che ha una pesante situazione debitoria, ma intanto i lavoratori restano molto preoccupati.

Proprio dai lavoratori in questi giorni è partita la campagna sui social #savecallcenter, dedicata alle vertenze di tutti call center aquilani. Lunedì 18 l’incontro al ministero dell’economia e dello sviluppo per capire quali strade prendere per salvare la commessa dell’H3g.

l https://www.youtube.com/watch?v=2MSudQBiRh8

l Video:

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, Globe network: la rabbia dei lavoratori in ferie forzate"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*