L’Aquila, migranti. La Prefettura: nessuno andrà nelle caserme

MigrantiMigranti-Roseto

Non sono previsti ancora arrivi di immigrati all’Aquila, tali da giustificare l’allarme diffuso nelle ore scorse da CasaPound, né è possibile che i migranti ipoteticamente in arrivo possano essere accolti in strutture diverse da quelle imposte per legge, quelle che hanno i requisiti, pubblicate e note, come invece si paventa.

Ossia, niente immigrati nelle caserme e nemmeno nei quartieri del progetto Case, o negli appartamenti del cosiddetto fondo immobiliare o degli alberghi. La Prefettura dell’Aquila smentisce le dichiarazioni sorte da più parti in tal senso, ribadendo ciò che a Rete 8 ha già spiegato il primo giugno scorso il viceprefetto Giuseppe Guetta: ossia che non esiste ancora un hub, un centro unico per l’accoglienza temporanea in Abruzzo, anche se si parla dell’ipotesi di aprire le caserme dismesse che in regione sono due, una all’Aquila e una a Sulmona, il cui recupero però ha bisogno di tempi lunghi e di risorse che nell’immediato non ci sono.

Tra l’altro non c’è ancora risposta alla lettera con cui la Prefettura ha chiesto informazioni a tal proposito, al ministero degli Interni. Intanto alla nota diffusa da CasaPound per protestare contro l’afflusso di migranti in città e alla scritta “Refugees not welcome“, si associano anche i consiglieri comunali di “Noi con Salvini”.

Guarda il servizio del Tg8:

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, migranti. La Prefettura: nessuno andrà nelle caserme"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*