Penne, problemi per assistenza disabili gravi

Rischiano di restare senza assistenza 30 disabili gravi ospiti della Fondazione Paolo VI di Penne: lo denuncia l’associazione “Abbattiamo le barriere Onlus”. Sabato 18 novembre manifestazione in Piazza Duomo.

L’appuntamento è per le ore 15, davanti all’ingresso della Fondazione Paolo VI. L’associazione, che invita tutti a partecipare, stigmatizza quello che definisce “scaricabarile” tra la Fondazione Paolo VI, la Regione Abruzzo, i comuni della Val Vestina e il comune di Penne. Nella nota diffusa dall’associazione e firmata da Gabriele Frisa si legge:

“In una situazione in cui per le prestazioni a malati gravi e disabili le strutture pubbliche non sono in grado di dare una risposta, in cui grande e spesso inappropriato è stato il ricorso al privato sociale, non si possono ridurre le prestazioni e azzerare completamente la riabilitazione, dentro una crisi terribile, è criminoso gravare ulteriormente sulle famiglie. La Regione Abruzzo trovi le risorse per tamponare la situazione e programmi interventi affinché l’Abruzzo si doti di strutture riabilitative pubbliche che siano un presidio vivo sui territori e garantiscano quanto la nostra Costituzione e tutte le convenzioni ONU sui diritti umani e sociali prevedono. Vergognoso che i governi di centrodestra e centrosinistra trovino sempre le risorse per salvare banche e per le grandi opere inutili, mentre continuano a tagliare su sociale e disabilità, lasciando comuni, famiglie e lavoratori nella totale incertezza e precarietà”.

 

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Penne, problemi per assistenza disabili gravi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*