L’Aquila, crisi comparto call center in Parlamento. Pezzopane: ‘Avviare un tavolo di concertazione’

Aprire subito al ministero dell’economia un tavolo di concertazione sulla grande vertenza call center dell’aquila. A chiederlo è la deputata del Pd Stefania Pezzopane, alla luce di una forte crisi che si sta abbattendo sul comparto che a L’Aquila dà lavoro a migliaia di persone.

Nella provincia dell’Aquila oltre duemila persone sono impegnate all’interno di contact center e call center, di queste ben 800 rischiano il posto di lavoro, mentre 500 persone sono interessate da un passaggio d’azienda. L’azienda che si è aggiudicata la commessa Inps è Comdata. Su questa vicenda il Partito democratico chiede al ministero del Lavoro e dello Sviluppo economico di attivarsi per applicare la clausola sociale territoriale che salvaguardi gli attuali livelli occupazionali e il trattamento salariale. La seconda vertenza occupazionale riguarda la Altea holding, che coinvolge anche la Olisistem (ex E-Care).

Intorno ad Altea gravitano società che danno lavoro a 17mila persone, di cui una parte impegnata nel contact center all’Aquila. Dopo l’arresto del presidente della società per associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale, è necessario che il ministero del lavoro intervenga per garantire gli stipendi ai lavoratori, il mantenimento delle commesse e la continuità produttiva.

Il Servizio del Tg8:

.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, crisi comparto call center in Parlamento. Pezzopane: ‘Avviare un tavolo di concertazione’"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*