Banca Etruria, i risparmiatori: “Noi trattati come speculatori”

I risparmiatori del Comitato Banca Etruria di Pizzoli tornano a criticare l’azione di governo nei confronti dei risparmiatori che si sono visti azzerare i soldi riposti nelle azioni e obbligazioni subordinate della banca Etruria.

A pochi giorni dalla conversione in legge del decreto per i rimborsi di 300 milioni di euro finiti in fumo con il Salva Banche otto mesi fa, i risparmaitori di Pizzoli – il Comune che ha il più alto numero di clienti beffati della banca toscana – osservano che per un altro istituto di credico, il Monte dei Paschi di Siena, il governo sta disegnando un atlro scenario: quello degli aiuti di Stato tante volte invocato proprio dai risparmiatori della Banca Etruria. Sono infatti 50mila gli obbligazionisti di Mps a rischio, e che potrebbero fare la stessa fine dei loro “colleghi” coinvolti nel disastro di BancaEtruria.

Guarda il servizio del Tg8:

Sii il primo a commentare su "Banca Etruria, i risparmiatori: “Noi trattati come speculatori”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*