Il futuro della mobilità all’ Istituto Professionale “Di Marzio-Michetti”

“Il futuro della mobilità su strada va verso l’auto elettrica o ibrida, occorre pensare al risparmio dell’energia, e le nostre officine cercano e hanno bisogno di professionisti elettrotecnici e meccatronici”.

Compito dell’Istituto Ipsias ‘Di Marzio-Michetti’ è quello di specializzare sempre di più i nostri studenti, indirizzando il loro corso di studio verso quella che è la domanda del mercato e garantendo un’offerta qualificata, ovvero ragazzi pronti e preparati al lavoro già dopo il diploma”. Lo ha detto il Presidente di Confcommercio, Franco Danelli, nel corso del convegno ‘Ipsias verso Emissioni Zero’, che ha caratterizzato il terzo Open Day dell’Istituto Professionale di Stato Ipsias ‘Di Marzio-Michetti, coordinato dalla dirigente Maria Antonella Ascani. Un evento completamente dedicato all’indirizzo di studio Meccanica – Mat – Manutenzione e Assistenza Tecnica, con gli studenti che hanno dato dimostrazioni di diagnostica su auto nell’Officina dell’Ipsias, e un’esposizione di vetture ibride della Toyota e delle attrezzature specifiche dell’Automotive. Presente all’evento anche il sindaco di Pescara Carlo Masci.

“Quello odierno – ha spiegato la dirigente Maria Antonella Ascani – è un Open Day dall’elevato valore tecnico-professionale, nel quale abbiamo messo in campo le nostre migliori energie e risorse in termini di didattica e di preparazione dei nostri ragazzi per accendere i riflettori su un indirizzo di studio strategico e dalle grandi potenzialità di sviluppo, quello della Meccanica che ogni anno vede diplomarsi decine di studenti pronti per il mercato del lavoro. Studenti che nel corso del proprio percorso formativo hanno modo di lavorare in laboratori ad alta tecnologia, dotati di attrezzature all’avanguardia che consentono loro di sperimentare sul campo la didattica appresa in aula. Peraltro parliamo di una professione che offre mille potenzialità di impiego in un campo in continua crescita ed evoluzione grazie alle costanti novità del settore, non per ultime la tendenza a una conversione chiara verso le auto ibride o elettriche”. “Una società migliore si costruisce migliorando la qualità dell’ambiente delle città in cui viviamo che ci rappresentano – ha sottolineato il sindaco Masci – e pare dunque naturale e opportuno che oggi un indirizzo di studio tanto specifico si impegni in prima persona preparando i professionisti che, una volta usciti dalle aule, dovranno cercare soluzioni per garantirci una mobilità carrabile sempre più sostenibile”. “Oggi – ha detto il Presidente di Confcommercio Danelli – è evidentemente in atto una transizione energetica, richiesta a gran voce da popolazioni sempre più sensibili al tema della tutela del territorio, che richiede anche una transizione culturale per consumare sempre meno energia elettrica e più energia da fonti rinnovabili. L’Italia ha rinunciato all’energia nucleare dopo due Referendum e oggi acquista la sua energia dalla Francia, da altri paesi confinanti e persino dal Montenegro. Questo ci impone di innovare, di pensare a come utilizzare meglio le fonti rinnovabili: oggi tra gli autoveicoli i meno inquinanti sono quelli a metano, ma nel nostro futuro ci sono sicuramente i mezzi ibridi che vanno verso quelli a trazione elettrica. La Iveco ha già investito in tal senso producendo addirittura i Tir completamente elettrici che vedremo in strada tra circa due anni. Questo significa che l’istruzione dei ragazzi va indirizzata: le officine, le case automobilistiche hanno bisogno non più solo di meccanici, ma di elettrotecnici, di meccatronici, abbiamo bisogno di fare assunzioni di nuovo personale specializzato e le nostre aziende sono pronte a partire con stage che offriranno poi posti di lavoro”. Quindi la parola a due studenti, Jessica e Matteo, che hanno effettuato uno stage nell’azienda Pasquarelli Toyota e hanno raccontato la propria esperienza formativa. Presenti al convegno anche Sergio Bailetti, Esperto in Formazione e coordinatore intese Miur-Toyota, Federico Filograsso, Responsabile marketing di Toyota Pasquarelli, Davide Di Berardino, Technical Trainer, e Fabio Fortini, Responsabile della Formazione tecnica di Toyota a Roma.

Intanto nelle officine dell’Ipsias gli studenti hanno dato alle famiglie presenti per l’Open Day dimostrazione delle modalità con le quali si effettua una diagnostica delle vetture quando presentano delle anomalie, smontando e rimontando le auto. Altri team di ragazzi hanno accompagnato le famiglie a visitare tutti i laboratori di meccanica della scuola per consentire a potenziali futuri studenti e ai genitori di conoscere gli spazi che avranno a disposizione nel proprio percorso di formazione, aiutandoli nella scelta dell’indirizzo di studio da intraprendere alla fine delle scuole medie.

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Il futuro della mobilità all’ Istituto Professionale “Di Marzio-Michetti”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*