Prostituzione in appartamento, tre condanne a Montesilvano

Condannati a due anni di reclusione ciascuno, dal tribunale collegiale di Pescara, un uomo di origini campane, residente a Chieti, e due donne dominicane, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Le due imputate sono state condannate poiché, avendo la disponibilità di un appartamento a Montesilvano, avrebbero favorito l’esercizio della prostituzione da parte di altre tre donne, “consentendo loro, in più occasioni, dietro compenso, di ricevere i clienti all’interno dell’appartamento e di avere con loro rapporti sessuali a pagamento”. L’uomo di origini campane avrebbe favorito e sfruttato l’esercizio della prostituzione da parte delle due imputate e delle altre tre donne, curando per loro l’inserzione di annunci erotici su riviste e siti, con fotografie e numeri telefonici di ognuna, “per consentire a potenziali clienti di contattarle”.

Sii il primo a commentare su "Prostituzione in appartamento, tre condanne a Montesilvano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*