Uomo trovato morto nel Giovenco, l’inchiesta è per abbandono di incapace

E’ stata eseguita nel pomeriggio di ieri, mercoledì 27 febbraio, dal medico Legale Cristian D’Ovidio, l’autopsia sul corpo di Collinzio D’Orazio, l’uomo di San Benedetto dei Marsi trovato morto sabato scorso nel Giovenco, un canale del Fucino. I due 27 enni indagati per abbandono di incapace.

La Procura di Avezzano ha indagato i due giovani di 27 anni per abbandono di incapace e non più per omicidio. La decisione è stata assunta dalla Procura al momento del conferimento dell’incarico al medico legale Cristian D’Ovidio dell’Università d’Annunzio che ieri ha eseguito l’autopsia sul 51enne, un esame durato due ore, preceduto anche da un sopralluogo che lo stesso D’Ovidio aveva compiuto nel punto in cui sabato è stato rinvenuto il cadavere. L’indagine per omicidio resta, ma è contro ignoti. D’Orazio era scomparso da oltre venti giorni e il suo corpo è stato rinvenuto dal nucleo sommozzatori dei Carabinieri di Pescara, insieme ai militari della locale stazione, a pochi metri dal canale di irrigazione denominato Piccola Cinta.

Sii il primo a commentare su "Uomo trovato morto nel Giovenco, l’inchiesta è per abbandono di incapace"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*