L’Aquila, Tsa: nuovo cartellone metà prosa e metà comico

Un cartellone per metà leggero, per metà di prosa. Quest’anno il teatro stabile d’Abruzzo, che si conferma teatro di produzione grazie anche al riconoscimento del ministero per i Beni culturali che ha trasformato il Tsa in teatro di rilevante interesse culturale, cambia un po’ pelle.

E propone dieci spettacoli che segnano il passo della nuova presidenza. A spiegarlo è stata questa mattina Nathalie Dompé, giovane presidente del Tsa che ha sottolineato l’importante ruolo di aggregazione sociale rivestito dal teatro stabile abruzzese nel post-sisma.

Ha affidato a un video registrato il suo messaggio il direttore artistico del Tsa, Alessandro D’Alatri, lontano dall’Abruzzo perché impegnato nelle riprese del suo ultimo film. La presentazione del nuovo cartellone è stata anche l’occasione per annunciare il ritorno a casa, nella storica sede in Piazza del teatro, all’avvio della prossima stagione teatrale.

Guarda il Servizio del Tg8:

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, Tsa: nuovo cartellone metà prosa e metà comico"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*