Rapina in villa a Lanciano, nuovo processo per la banda di romeni

Nuovo processo per una serie di furti nei bar – tabacchi di Lanciano e comuni limitrofi contro gli stessi sei componenti la banda romena condannata lo scorso 10 ottobre a complessivi 64,2 anni di reclusione per la cruenta rapina in villa a danno dei coniugi Carlo Martelli e Niva Bazzan.

Contro di loro l’accusa è di furto aggravato per aver depredato quattro locali nel settembre 2018 di pacchi di gratta e vinci, sigarette e contanti per un valore di decine di migliaia di euro. All’apertura di udienza oggi tre di loro hanno avanzato richiesta di rito abbreviato; si tratta di Bogdan George Ghiviziu, ai domiciliari a Lanciano col braccialetto elettronico, e i fratelli Constantin Aurel e Ion Cosmin Turlica. Gli altri imputati sono Marius Adrian Martin, Aurel Ruset e Alexandru Bogdan Colteanu. Tutti gli imputati sono reclusi per la rapina contro i Martelli. Nuova udienza fissata al 17 dicembre dinanzi al giudice Andrea Belli.

Sii il primo a commentare su "Rapina in villa a Lanciano, nuovo processo per la banda di romeni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*