Teramo, l’appello del Sappe per il carcere

cella-carcere-stretta

Dal sindacato di Polizia Sappe arriva l’ennesimo appello per la carenza di personale al carcere di Teramo.

Il segretario provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria (Sappe) di Teramo, Giuseppe Pallini, ha inviato una nota al Provveditore Regionale per Lazio, Abruzzo e Molise, e per conoscenza al direttore del carcere di Teramo, per chiedere il distaccamento a Teramo di almeno 10-15 unità e il rientro in sede di tutte le unità distaccate. Pallini si è soffermato su diverse criticità organizzative:

“La situazione è sempre più critica – ha detto – dai quotidiani accorpamenti di postazioni di servizio, ai servizi di piantonamento presso l’ospedale civile di Teramo, organizzati su tre quadranti giornalieri di otto ore, dal personale richiamato dal riposo settimanale e dal congedo ordinario alle postazioni di fondamentale pregiudizio per la sicurezza sguarnite o chiuse, dal demansionamento del personale ruolo Ispettori al personale non inviato ai corsi di formazione: le difficoltà sono enormi”.

 

Sii il primo a commentare su "Teramo, l’appello del Sappe per il carcere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*