Ricostruzione: Guardia di Finanza tiene alta attenzione

Truffe, tangenti, criminalità organizzata: sul fronte delle inchieste legate al post-sisma l’attività della Guardia di Finanza abruzzese prosegue.

La Guardia di Finanza tiene desta l’attenzione sia sulla ricostruzione pubblica sia su quella privata, dove non si applica il codice degli appalti. E’ qui che è fondamentale la presenza ispettiva della Finanza. Fenomeni concussivi e corruttivi che quando stanno alla base di un processo lo minano in modo pericoloso, così commenta il comandante regionale delle Fiamme gialle, Flavio Aniello, a margine della presentazione questa mattia, delle celebrazioni per l’apertura della Porta della Misericordia, ossia il Giubileo dei cappellani, dei militari e dle personale del comparto di sicurezza, che sarà celebrato il 22 ottobre. E proprio questa mattina è stato decapitato un importante sistema corruttivo con centrale in Umbria sulla ricostruzione del terremoto dell’Aquila, scoperto dal Corpo Forestale dello Stato di Abruzzo e Umbria.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Ricostruzione: Guardia di Finanza tiene alta attenzione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*