L’Aquila: senza stipendio, minaccia di lanciarsi da gru

L'Aquila-operaio-protesta-su-gru

L’Aquila: un operaio di trent’anni, impegnato nella ricostruzione post sisma, senza stipendio arretrato, minaccia di gettarsi da una gru.

Un operaio di trent’anni impegnato nella ricostruzione post-sisma dell’Aquila sale su una gru e minaccia di lanciarsi se non riceverà i compensi arretrati per decine di migliaia di euro. Il fatto è avvenuto in un cantiere di viale Duca degli Abruzzi, alle porte del centro storico. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia di Stato e un’autoambulanza del 118. Alla fine l’operaio è stato convinto a desistere dal gesto estremo e disperato.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: senza stipendio, minaccia di lanciarsi da gru"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*