Asl L’Aquila stabilizza 140 precari: “Non Basta” replica la Uil

La stabilizzazione dei precari annunciata dalla Asl Avezzano Sulmona L’Aquila, secondo la Uil Fpl è un intervento positivo che però non risolve la cronica carenza di personale del comparto.

Il segretario provinciale della Uil Fpl Antonio Ginnetti risponde alle dichiarazioni del direttore generale facente funzione della Asl n°1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila, Simonetta Santini, la quale ha appena annunciato la stabilizzazione di circa 140 operatori del comparto.

“Ben venga la stabilizzazione degli operatori del comparto, ma questo intervento non risolve il problema della carenza di personale che si attesta sempre oltre le mille unità. Il processo di stabilizzazione dei precari, inoltre, è stato avviato dall’ex manager Rinaldo Tordera ed è ancora in corso”.

In particolare, la Uil Fpl chiede un tavolo per affrontare la problematica delle spettanze economiche dovute e non corrisposte ai lavoratori, somme riferite agli straordinari, alle indennità arretrate e alla produttività collettiva per gli anni 2015-2019.

Dal canto suo, la direzione della Asl si è dichiarata disponibile ad un confronto sulla piattaforma unitaria Cgil, Cisl e Uil.

“Accogliamo favorevolmente la disponibilità – afferma Ginnetti – per questo siamo pronti sin da domani, ma aprire il tavolo  a settembre invece esporrebbe i lavoratori al rischio concreto di non prendere neppure un euro di incentivazioni per quest’anno. Per quanto riguarda invece l’operato degli ultimi mesi dalla direzione generale possiamo affermare che è stato fatto poco o niente,  tranne mettere delle pezze a colori in estemporanea”.

 

Sii il primo a commentare su "Asl L’Aquila stabilizza 140 precari: “Non Basta” replica la Uil"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*