Turismo, dal trekking ai piatti medievali: ecco il progetto “Pero'”

turismo-abruzzo

Archeo-trekking, escursioni sulla neve, spettacoli teatrali che raccontano leggende antiche, educational tour sull’Altopiano delle Rocche e in grotta. E ancora: la riscoperta dei piatti del Medioevo e un viaggio tra Alba Fucens e la via Valeria.

Sono soltanto alcuni degli eventi di “Pero’”, Percorsi e ospitalità per ripartire in Abruzzo” progetto presentato da due Dmc, “Abruzzo qualità” e “Terrextra Marsica”. Le due realtà territoriali hanno ottenuto un finanziamento di 100mila euro con un progetto classificato primo nella graduatoria relativa al bando riservato ai Comuni del cratere sismico e dedicato al rilancio turistico dell’entroterra abruzzese a cavallo tra la Marsica e le Rocche.

A presentare il progetto questa mattina a palazzo Silone anche l’assessore regionale al Turismo Giovanni Lolli, che ha ricordato la parola chiave del turismo del futuro: esperienziale, e cioè quello che vuole vivere il territorio, conoscerne le caratteristiche, le abitudini, le ricchezze. E non più “mordi e fuggi”.

La Dmc (Destination management company) è una agenzia che si occupa dell’organizzazione di servizi logistici per il turismo di tipo vacanziero e per il turismo d’affari. Sono agenzie con sede sul posto interessato, che si specializzano su un determinato territorio del quale hanno una conoscenza approfondita. Alla conferenza stampa di presentazione, oltre a Lolli, sono intervenuti il presidente della Dmc Abruzzo Qualità, Massimiliano Bartolotti, il presidente della Dmc Terrextra Marsica, Giovanni D’Amico e il direttore della Dmc Abruzzo Qualità, Raffaele Siciliano, vice sindaco di Ovindoli. Il progetto, che sarà presentato agli operatori di settore giovedì 26 ottobre a Roma, intende promuovere il rilancio turistico dei territori appartenenti alle due destinazioni turistiche aquilane: L’Aquila Mountains – Le Montagne d’Abruzzo e Terrextra – Marsica. Il programma, è stato spiegato, si protrarrà fino a maggio 2018 e risulta ampio e interessante sotto il profilo turistico: sono previsti escursioni, percorsi enogastronomici, eventi sportivi, laboratori didattici, spettacoli teatrali e musicali ed educational tour, studiati e realizzati per accrescere l’interesse e la voglia di frequentare i magnifici luoghi del territorio Aquilano. Il vice presidente Giovanni Lolli, dopo aver espresso il suo compiacimento per l’originalità del progetto, ha detto che “Se vogliamo fare il turismo e valorizzare le meraviglie che abbiamo, dobbiamo capire come sta cambiando l’aspettativa dei turisti: oggi i turisti sono alla ricerca di un grande insieme di cose che permetta loro di fare un’esperienza unica e indimenticabile”. “Il fatto che gli imprenditori del posto si siano accorti che bisogna permettere ai turisti di allargare la gamma delle possibilità per fare sport, cultura ed esperienze è molto importante”. Lolli ha inoltre aggiunto che la Regione Abruzzo metterà a breve a disposizione delle Dmc, nuove risorse destinate al miglioramento del sistema turistico, a partire dai punti informazioni che dovranno essere interamente ridisegnati e valorizzati.

Sii il primo a commentare su "Turismo, dal trekking ai piatti medievali: ecco il progetto “Pero'”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*